Esercizio per perdonare

Esercizio per perdonare

Lavoro alla specchio. Chiudi gli occhi e respira profondamente molte volte. Pensa a tutte le persone che ti hanno fatto del male nella tua vita. Falle scorrere nella tua mente.

 Ora apri gli occhi e inizia a parlare con una di loro. Dì qualcosa tipo:

“Tu mi hai fatto molto male. Comunque, io non voglio stare ancora legato al passato. Io sono pronto a perdonarti.” Respira e di’: “Io ti perdono e ti libero.” Respira di nuovo e di’: “Tu sei libero e io sono libero.”

Osserva come ti senti. Forse percepisci della resistenza, oppure ti senti sollevato. Se provi della resistenza, respira e di’: “Io sono pronto a superare ogni resistenza.”

Questa può essere un’occasione per te per perdonare parecchie persone. Oppure ne perdonerai soltanto una; non importa. In qualsiasi caso, questo esercizio è perfetto per te.

Perdonare è un po’ come tagliare i diversi strati di una cipolla. Potrai sempre ricominciare un’altra volta ed eliminare un nuovo strato. Apprezzati per il solo fatto che sei disposto a iniziare questo esercizio.

Soprattutto, perdona te stesso. Smettila di essere così duro con te stesso. Non è necessario che ti punisca. Hai fatto del tuo meglio.

Mentre continui l’esercizio, sentirai che i pesi ti cadono dalle spalle. Ti sorprenderà notare quanti bagagli ti portavi dietro! Sii buono con te stesso mentre affronti questo processo purificatore.

FAI UN ELENCO

Metti una musica dolce, qualcosa che ti faccia sentire rilassato e tranquillo. Poi prendi un notes e una penna, e lascia vagare la mente. Ritorna indietro al passato, e pensa a tute le cose per cui sei arrabbiato con te stesso.

Scrivile tutte. Scoprirai forse che non ti sei mai potuto perdonare quella volta che ti sei fatto la pipì addosso davanti a tutta la classe. E’ un bel pezzo che ti porti dietro questo peso!

Talvolta è più facile perdonare gli altri che se stessi. Spesso siamo duri con noi stessi, da noi pretendiamo la perfezione. Ogni errore che facciamo deve essere severamente punito. E’ giunto il momento che superiamo questo vecchio atteggiamento.

E’ attraverso gli errori che possiamo imparare. Se fossimo perfetti, non avremmo nulla da imparare. Non avremmo bisogno di stare sulla terra. Inoltre, essere “perfetto” non ti guadagnerà neppure l’amore e l’approvazione dei genitori, ti farà solo sentire “in torto” e non abbastanza bravo. Lascia questo peso e smettila di trattarti così.

Perdonati. Lascia perdere. Datti lo spazio per essere spontaneo e libero. Non hai bisogno di provare vergogna e sensi di colpa.

Ricordati quanto era meraviglioso correre libero da bambino!
Esci, vai sulla spiaggia o in un parco, o anche in un parcheggio vuoto, e mettiti a correre liberamente: non una corsetta composta, ma una corsa libera e selvaggia; fai le capriole, salta, e mentre lo fai, ridi! Porta con te il tuo bambino interiore e divertitevi.

Che importi se qualcuno ti vede? Questa è la tua libertà!

Un altro esercizio per perdonare il proprio bamibno/bambina interiore.

Chi viaggia su un sentiero spirituale prima o poi si imbatte sul bisogno di perdonare sia sé stesso sia gli altri. Il perdono è una delle lezioni più importanti che abbiamo bisogno di conoscere. Potete non sapere ancora come perdonare, ma potete coltivare la disponibilità a perdonarvi e ad entrare in uno spazio positivo della mente nel quale includere persone e situazioni del passato. Con gli angeli al vostro fianco, state coltivando una protezione interiore che vi aiuterà a rimediare.

Pensate al vostro bambino interiore come a un bambino affidato alle vostre cure. Non sa ancora cos’è il calore e si brucia toccando il camino, forse che non fate del vostro meglio per consolarlo, baciandolo, cullandolo e coccolandolo? Vi sembra strano? Non lo è, naturalmente.

E il bambino che è in voi? Quello di cui vi vergognate? Quello che continua a saltare fuori e fare o dire la cosa sbagliata? Quello che ha paura di crescere? L’adulto che è in voi consola questo bambino invece di criticarlo o, peggio, di scacciarlo? Pensate di poter cominciare ad amare questo bambino?

Allora sedetevi in pace e lasciate che il vostro bambino/bambina “da amare in modo speciale” vi ritorni in mente. Portatelo a fare una passeggiata, guardate dove va a finire, giocate con lei, chiedetele cosa vorrebbe fare per divertirsi, mettetela a letto, curatevi di lui/lei quando è malato/a (e rendetevi conto di cosa l’ha sconvolto al punto di farlo ammalare). Cercate quindi di conoscerla e di amarla. Potete anche aver trovato il bambino che, come Peter Pan, non vuole crescere, o potete scoprire che cambia e diventa una parte adulta di voi. Bello, senza regole, solo amore.

Un mio esempio personale di esercizio di perdono:

Scopri ↣ Ho-Oponopono Occidentale SCUSA, GRAZIE, TI AMO ❤
SCOPRI I NOSTRI OROLOGI PER PREZZO

Durante l’adolescenza sono andata da un dentista per fare una pulizia di denti, che sicuramente non avevo bisogno di fare, ma consigliata dalle amiche decise di andare. Appena arrivo, mi siedo nella fatidica sedia del dentista e vedo che questo prepara una iniezione di anestetico, penso.

Ovviamente rimango un po’ stupita che per fare una semplice pulizia di denti serva una iniezione non lo avevo mai sentito. Ora, sorpresa gli chiedo perché mi voleva fare quella iniezione, il dentista mi risponde che per la pulizia era necessaria, dandomi come scusa che senza anestetico avrei sentito dolore, ma che se io non volevo non me l’avrebbe fatta…

Io non ero per niente convinta della spiegazione, ma non sapendo cosa fare gli ho detto che se lui la riteneva necessaria allora O.K…Così lasciai che il dentista mi facessi l’iniezione e dopo la quale la pulizia dei denti.

Dopo questo fatto, non sono più tornata da quel dentista e non fece più una pulizia di denti fino a poco tempo fa.
Mi sentì fregata, umiliata ed arrabbiata per anni con quel dentista. Fino a quando scoprii che la persona con la quale ero veramente arrabbiata ero proprio io, era con me che ce l’avevo, e non con il dentista… ce l’avevo con me perché non avevo saputo dire di no, dire quello che sentivo veramente, che fare una iniezione per fare una pulizia di denti era una stupidaggine, e che lui lo faceva solo per soldi… mi sentivo che avevo sbagliato, e questo mi faceva arrabbiare tantissimo, soprattutto perché lui mi aveva in qualche modo dato la scelta a me, io potevo dire che non la volevo.

Quando scoprii questo decisi di utilizzare le mie conoscenze riguardo agli esercizi sul perdono. Mi perdonai perché ero giovanissima, inesperta, e perché avevo fatto il meglio che avevo potuto fare e che sapevo fare in quel momento, con la conoscenza e la consapevolezza che avevo in quel momento.

Parlai con la mia bambina interiore e la perdonai, le chiesi scusa per tutto il tempo che sono stata arrabbiata. Le dissi che al contrario di quello che avevo pensato per anni lei era stata molto brava, era una situazione non semplice da gestire per un ragazzina di fronte all’esperto in materia, e la ringraziai di quanto aveva fatto.

A questo punto sentì una forza incredibile dentro di me e mi sentii finalmente più leggera, finalmente questo vecchio carico, che condizionava ancora oggi il mio comportamento, se ne era andatoMaria Teresa Catani. Tratto da Link

 Chi non sa perdonare spezza il ponte sul quale egli stesso dovrà passare. Sacre Scritture

Perdonare è liberare un prigioniero e scoprire che quel prigioniero eri tu. Sacre Scritture

Meditazione guidata sul perdono di Ayya Khema

IL PERDONO COME AUTOTERAPIA psico quantistica

ARTICOLO CONSIGLIATO

I 7 Passi del Perdono, ideato dal Dr. Daniel Lumera, rappresenta probabilmente lo studio integrato più completo sul perdono e offre all’utente un metodo teorico e pratico per arrivare a comprenderne gli straordinari effetti sul corpo e sulla salute, sulla creatività e sulla forza vitale, sulle emozioni, sui pensieri, nelle relazioni, nell’integrazione del passato e nella sfera spirituale e della coscienza.

In questo Videocorso viene presentato il metodo de I 7 Passi del Perdono e i diversi livelli di comprensione e realizzazione del perdono per ottenere cambiamenti nella sfera personale, relazionale e collettiva.

Il perdono non è un atto puntuale, ma un processo che comprende delle fasi ben precise, che permettono di attraversare tre tappe fondamentali:

  •  recuperare la capacità di liberarsi dalla sofferenza
  • guarire i propri squilibri
  • realizzarsi.

Gli esercizi contenuti possono essere applicati sia per se stessi sia per gli altri.

Video Download - I 7 Passi Del Perdono
La Scienza della Felicità – Un Metodo Rivoluzionario per Guarire e Realizzarsi (seminario)
Ordina su Il Giardino dei Libri

PER APPROFONDIRE L’ARGOMENTO

  • Il perdono e il discernimento –  Esercizi per avviarti sulla strada del Perdono. – Se per perdonare fosse necessario bere molta acqua, probabilmente qualcuno comincerebbe a bere.Ma dovrebbe compiere una scelta poiché non tutta l’acqua si può bere. Se bevesse l’acqua di una pozzanghera o quella del secchio usato per lavare in terra starebbe male.Dunque è necessario discernere.Il discernimento è una virtù fondamentale per comprendere il senso autentico del perdono. Estratto da I 7 Passi del Perdono
  • Esercizio Il perdono – Apprezzati per il solo fatto che sei disposto a iniziare questo esercizio: soprattutto perdona te stesso… smettila di essere così duro con te, lo hai fatto una vita e non è cambiato nulla… non è necessario che ti punisca… hai fatto del tuo meglio… Solo attraverso il perdono è finalmente possibile dare luce a parti di noi che pensavamo di non possedere. … E’ allora che la Luce del nostro Cuore comincia a brillare…
  • La DIPENDENZA economica è un MANCATO PERDONO – Dipendi economicamente da qualcuno e per quanti sforzi tu faccia non riesci a trovare la tua indipendenza? Oppure sei costretto a mantenere qualcuno che non riesce a pensare a sè nonostante sia adulto e capace?
  • La legge del taglione – Bisognerebbe evitare di pensare alle persone verso cui si provano odio o rancore. Esse, se non le perdoniamo, diventano i nostri padroni, ci vengono in mente quando…
  • Odio e rancori sono causa di malattie – Quando noi odiamo una persona siamo legati a lei da un legame emozionale più forte dell’acciaio. Il perdono è l’unico modo per rompere tale legame e ritornare liberi.
  • Meditazione sul perdono – Chiedo al perdono di attivarsi in me. Il perdono e’ un dono del mio cuore alla mia mente. Ora io ho la capacità di perdonare….
  • Scegli la Felicità con Ho’oponopono – Dimenticare il passato, godersi il presente e cambiar vita per sempre.
  • La Potenza del Pensiero – Per star bene è molto importante sostituire i pensieri negativi con quelli positivi. Il perdono può spazzare via tutti gli ostacoli che hanno impedito al benessere ed alla salute di arrivare fino a voi.

PER SAPERNE ANCORA DI PIU’

   

   

Facebook Comments
Ogni donazione ci sostiene nel nostro impegno di condivisione della conoscenza! Grazie per il tuo gesto d'amore.

I commenti sono chiusi.